Aprirà il 30 settembre la mostra di BARBARA BICEGO al CHIOSCHETTO CHIARA CASTELLICASA dando il via alla collaborazione di questa giovane artista con la Galleria Forni.
Una selezione di opere, integralmente dedicate alla natura morta, sarà esposto all'interno di un chioschetto, un insolito spazio antistante il negozio/studio di architettura e arredamento di Chiara Castelli, a Bologna, in Piazza Aldrovandi 1/B. L'esposizione proseguirà fino al 14 ottobre e sarà visitabile negli orari di negozio. L’unione di fotografia e pittura è il centro della ricerca di Barbara Bicego. La poetica di Barbara Bicego è incentrata essenzialmente sull'espressione fotografica ma, ispirandosi alle correnti del pittorialismo europeo, l'autrice si serve anche della tecnica pittorica arrivando a comporre immagini “ibride” in cui fotografia e pittura si sovrappongono. L’iniziale lavoro fotografico è essenzialmente realizzato in sala posa poichè dedicato alla composizione e allo scatto di “still life”, successivamente viene stampato a getto di pigmento su carte speciali, usate in calcografia, ed infine ritoccato con tempere, acrilici e olio. La pittura si sovrappone alla stampa per sottolineare determinati dettagli, muovere la materia piatta del foglio, creare immagini promiscue. A volte il ritocco è minimale, a volte invece la pittura prevale sulla fotografia. I soggetti prediletti sono essenzialmente nature morte e oggetti della vita contemporanea, “composti” in uno spazio dal sapore sospeso e metafisico. Ogni immagine, proprio perché “di confine” è difficilmente inquadrabile, ma rimane sempre pezzo unico originale.